Apertura_LIO-8FPULN-8 (vedi CM&PS di aprile 2010) è un’interfaccia audio che rappresenta la punta di diamante nell’integrazione hard-ware e software in una DAW, con una qualità audio prestigiosa. Il prezzo che si paga comprende anche i preamplificatori ma ci sono situazioni lavorative dove questi preamplificatori sono completamente inutilizzati. Da qui nasce il concetto di LIO-8, su richiesta dell’utenza di Metric Halo, che si appresta a diventare un punto di riferimento qualitativo nel ricco segmento delle interfacce audio a otto canali.

This is box title

PRO

Suono e costruzione

Routing configurabile

Caratteri del mixer

Integrazione DAW

Trim I/O

CONTRO

Licenza +DSP separata

Gestione delle automazioni

Hardware

Il pannello frontale della LIO-8 è identico a ULN-8: la parte a sinistra del pannello è occupata dall’interruttore per l’accensione e dai pulsanti per cambiare la frequenza di campionamento (da 44,1 a 192 kHz), per selezionare la sorgente di clock (Internal, 256x di Avid tramite BNC, AES, o Word Clock), il Control Mode, e i trim di I/O. In seguito troviamo otto encoder rotativi, che funzionano anche come switch, con tre LED (+48 V, Mic, Line) e una ghiera di quindici LED che indicano il livello. Il metering è distinto tra Input e Output, ciascuno con otto meter a LED. Al loro fianco due LED segnalano se il sistema si è lockato e se è attiva la connessione Firewire.

Fig. 1 – Il pannello  posteriore
Fig. 1 – Il pannello
posteriore

Una sezione di sedici LED indica lo stato dei canali AES, divisi in righe (ogni riga corrisponde a una coppia di canali) e in colonne che, nell’ordine, evidenziano l’input, l’output, il lock e se una coppia di canali è la sorgente di clock. Il livello di ascolto è affidato a un encoder rotativo, circondato da quindici LED, la cui funzione di switch alterna il controllo di livello per i monitor o per l’uscita cuffie (due LED sotto il cursore segnalano su quale livello si stia agendo). Due pulsanti, questa volta senza LED, attivano il Mute e il Dim di -20 dB. Chiudono il pannello frontale un’uscita jack Cans per le cuffie, e due ingressi DI jack ad alta impedenza.

Fig. 2 – L’interno
Fig. 2 – L’interno

La scheda e i componenti sono gli stessi di ULN e l’unica differenza è l’assenza delle PCB dedicate ai preamplificatori. Per quanto riguarda il pannello posteriore, troviamo un ingresso per l’alimentatore a 12 V, due connettori Firewire, ingressi e uscite TRS per SMPTE, Midi In e Out, e due connettori BNC per il Word Clock (sia 1x che 256x). Tutte le connessioni audio sono connettori DB 25: otto canali di ingressi/uscite AES, otto uscite Line/Monitor (di cui le prime due raddoppiate da due connettori jack TRS), otto send bilanciati, e otto ingressi di linea. È possibile l’upgrade di LIO-8 a ULN-8, inserendo le schede per quattro o otto preamplificatori microfonici.

Fig. 3 – La pagina principale del software MIO Console
Fig. 3 – La pagina principale del software MIO Console

Il software MIO Console

Al primo impatto risulta chiaro che quest’interfaccia non è una macchina plug and play. Occorre settare e configurare diversi parametri, per poter anche solo sentire un file audio sul nostro computer. Fortunatamente il sito web della casa americana ci viene in aiuto. Addentrandoci nelle varie pagine riusciamo a trovare le risposte a tutte le nostre domande. Una volta configurata a dovere, si può quindi iniziare a sfruttare appieno la potenza di LIO-8. Il cervello che coordina questa scheda è il software MIO Console. La pagina principale ci offre cinque sezioni: I/O Control, Mixer, Routing, +DSP e Recording. La sezione I/O Control, permette di regolare e settare tutte le opzioni sugli ingressi e sulle uscite. Partendo dagli ingressi, troviamo dei preset, il tasto per attivare la Phantom (nel nostro caso inutilizzabile, in quanto non è installato il modulo dei preamplificatori), la tipologia di ingresso (Line +4, Line -10, Inst) e un trim.

Fig. 4 – La schermata Mixer
Fig. 4 – La schermata Mixer

Per le uscite troviamo, oltre ai preset e al trim, anche qui tre tipologie: Monitor, Line +4 e Line -10. Nel caso di I/O stereo, tra i due meter è presente un tasto per linkare i due canali. Chiudono la schermata I/O Control due coppie da otto meter per gli I/O digitali, il controllo di volume master, con tasti Mute e Dim (-20 dB), un box con le informazioni sull’interfaccia, e il sistema di controllo del clock. Nel nostro caso abbiamo caricato un template, il LIO-8 DAW Analog Summing, per gestire e sommare 18 canali mono di ritorno dalla DAW. Passando alla schermata Mixer, essa si dimostra intuitiva grazie alla selezione dell’ingresso (analogico, digitale, o il ritorno della DAW). La caratteristica principale del mixer di MIO Console è il Character. Sono presenti cinque macro (None, Transformer, Valve, Fet, SoftSat) e ulteriori preset. Questi vanno a modificare in maniera molto evidente il suono, regalando armoniche caratteristiche della tipologia di distorsione che si va a selezionare.

Prima e dopo la sezione di insert, troviamo due possibilità per un Direct Out da inviare verso le uscite analogiche o digitali, o verso un ritorno Firewire sulla DAW per una registrazione del segnale modificato o solo dal Character oppure anche dagli Insert. Passando alla sezione di Insert, purtroppo, sulla LIO-8 non è presente l’opzione +DSP, che permette di utilizzare tutti i plug-in prodotti da Metric Halo. È disponibile una scelta ridotta di plug-in, tra cui MioStrip (una channel strip molto completa con Gate, Comp ed Eq, con diverse opzioni di sidechain), un Delay (da 0 a 255 sample), un riverbero chiamato HaloVerb (con pochi settaggi e un suono non eccezionale) e un Dither. Tutti gli altri plug-in rientrano nella licenza +DSP, acquistabile a parte. In seguito troviamo il Pan, quattro selettori per l’inversione di polarità, Solo, Mute e Rec, e il fader con escursione da -∞ a +10 dB, ognuno dotato di un meter. Molto interessante e utile è anche il plug-in ConsoleConnect: permette di lavorare sulla DAW che preferiamo, e le modifiche che noi andiamo a effettuare sono trasmesse direttamente al mixer della LIO-8.

Fig. 5 – Il plug-in MioStrip
Fig. 5 – Il plug-in MioStrip

Oltre alla sezione routing, che ci invita a fare riferimento alla schermata Mixer, la pagina +DSP permette di assemblare e creare plug-in a nostro piacimento, con facoltà di routing a dir poco infinita. Ricordiamo però che la licenza +DSP è fornita a parte. Chiude la sezione di MIO Console una finestra dedicata al recording, in cui è possibile registrare il risultato del nostro mix in base alle assegnazioni che abbiamo effettuato sul mixer, utile anche per registrazione sul campo.

IN PROVA

Tutto quanto è stato scritto nel test di ULN-8 è valido anche per LIO-8: la qualità sonora di Metric Halo è ai vertici delle interfacce Firewire a otto canali. I singoli caratteri caricabili su ogni canale del mixer colorano il suono in maniera evidente, e donano caratteristiche sonore veramente intriganti. LIO-8 è utilizzabile come un vero e proprio sommatore esterno, in cui è possibile modificare il suono dandogli sfumature che aiutano non poco. Tra i plug-in offerti con l’interfaccia, MioStrip è eccellente e può sostituire tranquillamente qualsiasi altro plug-in di channel strip dedicato.

CONCLUSIONI

LIO-8 è un’interfaccia audio su Firewire unica nel suo genere: il routing, il mixer con la scelta del carattere, l’integrazione nella DAW, il setting hardware con Trim, il plug-in MioStrip e, non ultima, l’eccellente qualità audio posizionano LIO-8 oltre le classiche interfacce audio Firewire a otto canali. L’assenza dei preamplificatori ha permesso di ridurre il prezzo e ha facilitato l’ingresso negli studi, spostando LIO-8 sul campo dei convertitori ma con più flessibilità e possibilità di un convertitore puro. Metric Halo sta battendo una strada innovativa che permette, all’utente finale, una maggiore qualità dei risultati. A conferma di ciò è sufficiente guardare la concorrenza, che comincia a integrare plug-in nell’interfaccia. Nel caso di LIO-8 e ULN-8, però, siamo più avanti sotto molti punti di vista, a partire dalla qualità audio e dall’integrazione nella DAW. Il futuro passa da qua.

This is box title

EKO MUSIC GROUP

Divisione EKO Pro

Via Oliviero Pigini, 8 – Montelupone (MC)

Tel. 0733 2271

info@ekomusicgroup.com

www.ekomusicgroup.com

Prezzo: € 3.840,00 + IVA