Apertura

This is box title

PRO

Offerta di strumenti

Funzionalità software

Moduli per Guitar Rig 5 Pro

Sidechain per Guitar Rig

CONTRO

Qualità dei suoni di batteria

Istrument di basso  e chitarra migliorabili

Komplete 8 è una selezione dei più importanti software di NI in un pacchetto concepito per offrire una soluzione avanzata a musicisti, dj producer e studi di registrazione. Komplete 8 esiste nelle versioni standard e Ultimate, quest’ultima distribuita su un hard disk contenente l’intero catalogo Native Instruments. Il nostro percorso inizia con la prova di Komplete 8 standard, mentre la versione Ultimate sarà oggetto di un test separato. Per la descrizione di Absynth 5, Battery 3, FM 8 e Massive rimandiamo al test di Komplete 7 (CMS Dicembre 2010).

Novità

Komplete 8 include 27 prodotti per un totale di 11.000 suoni e 110 GB di campioni. Tutti i 24 software inclusi nella versione 7 sono presenti eccetto Acoustic Refractions, uscito dal catalogo Native Instruments. I quattro nuovi prodotti inclusi sono Transient Master e le librerie Studio Drummer, West Africa e Retro Machine MK2 per Kontakt. Lo stesso Kontakt e Guitar Rig Pro sono aggiornati alla versione 5. FM8, Massive e Absynth 5 dispongono di librerie ampliate. I software di Komplete 8 sono compatibili con Windows 7 (32/64 bit) e Mac OS X 10.6 (ultimo aggiornamento) o 10.7. I formati supportati sono VST, AU, RTAS e Standalone.

Fig. 1 – Transient Designer
Fig. 1 – Transient Designer

Per Guitar Rig Pro, l’aggiornamento ha come obiettivo l’integrazione di nuovi moduli e nuovi strumenti per il suono (processori, sidechain e ampli aggiuntivi). Per Kontakt 5 i cambiamenti riguardano essenzialmente il motore audio e l’introduzione di nuovi effetti. Transient Master, processore dedicato alla definizione dei transienti ispirato al Transient Designer di SPL, è disponibile come modulo di Guitar Rig o come effetto integrato per Kontakt 5 (Fig. 1), con controlli di Attack e Sustain che consentono di evidenziare gli attacchi o la fase di sustain del suono. Limiter integrato.

Guitar Rig 5 Pro

Le novità sul fronte chitarra riguardano l’introduzione dei nuovi amp Van 51 e Hot Solo+, ingresso side-chain per compressori e Modifier (Input Level, LFO, Envelope), 130 nuovi preset, la Control Room Pro e il modulo Container (Fig. 2). Gli effetti aggiunti sono Fast Comp, Vintage Verb (sei algoritmi di plate), Stereo Tune, il filtro a otto bande Filterbank, l’harmonizer a sei poli Resochord, Stereo Tune (stereo spread e detune) e il riverbero a convoluzione Little Reflektor (otto IR con controlli di Decay e Low Cut).

Fig. 2 – I nuovi moduli  di Guitar Rig 5 Pro
Fig. 2 – I nuovi moduli
di Guitar Rig 5 Pro

Container è un modulo per la gestione di channel strip di effetti e utilizza sedici macro control per la mappatura dei parametri. Control Room Pro è un mixer a otto tracce su cui è possibile caricare uno dei 27 cabinet e uno dei 16 microfoni disponibili con il relativo posizionamento. La libreria di IR dei cabinet è realizzata da Redwirez.

Kontakt 5

I nuovi effetti inclusi nel campionatore Kontakt 5 sono Tape Saturator e i processori Solid Bus Comp e Solid G-EQ, dotato di bande centrali parametriche e Hi e Low Filter impostabili come shelving. Agli instrument possono ora essere applicati 37 nuovi filtri tra Low Pass, High Pass, Band Pass, Peak/Notch, due Multi Filter e due Formant Filter. Sul fronte del motore audio, le novità riguardano un set d’istruzioni per lo Script Processor (incluso MIDI), nuove opzioni di sync e soprattutto il rack instrument, ora dotato di sistema di Instrument Bus che consente di applicare catene di effetti fino a un massimo di 16 bus.

Komplete e Maschine

Un’importante novità per i DJ producer arriva dalla totale integrazione di Komplete 8 con Maschine 1.7: tutti i preset di ogni instrument all’interno del bundle possono essere richiamati direttamente da Maschine. La ricerca dei suoni via hardware sfrutta un sistema di tag. Anche gli effetti e i processori di Komplete 8 possono essere caricati e modificati in Maschine. Tutti i preset sono pre-mappati per consentire l’editing istantaneo dagli encoder hardware.

librerie Kontakt

La sezione ritmica di Komplete è ora ampliata grazie alle batterie di Studio Drummer e alle percussioni etniche West Africa. Sul fronte vintage troviamo Retro Machine MK2, dedicato ai synth anni ’70 e ’80. FM8, Massive e Absynth integrano ora suoni ripresi dalle librerie FM8 Transient Attacks, Absynth Spectral Expansion e Twilights, Massive Expansion Vol 1. e 2, Massive Threat e Urban Arsenal 1 e 2.

Studio Drummer

Studio Drummer è una libreria da 7.4 GB di campioni di batteria acustica a 24 bit, 44.1 kHz. I tre kit, Pearl Masters Premium Maple (Stadium Kit), Yamaha Maple Custom Absolute (Session Kit) e Sonor SQ2 Drum System (Garage Kit), offrono ciascuno due modelli di rullante. Il campionamento dinamico prevede 25 layer per ogni articolazione, con ogni hit disponibile in sei varianti Round Robin. I controlli di editing dei campioni includono inviluppo AHD, intonazione e livello di ripresa Overhead e Room. Studio Drummer dispone di mixer con riverbero e channel strip integrata, su cui è possibile attivare i quattro nuovi processori integrati in Kontakt.

Fig. 3 – Studio Drummer per Kontakt
Fig. 3 – Studio Drummer per Kontakt

La libreria include anche 3.300 groove MIDI che possono essere importati nella DAW e modificabili dall’interfaccia con i controlli di Tempo, Velocity, Swing e quantizzazione. Il motore audio dispone di funzioni Randomize per Volume, Velocity, Time, Pitch e Tone. L’importazione nella DAW avviene tramite drag & drop (Fig. 3). I tre kit utilizzano equalizzazioni e ambienti diffenti tra loro: la scelta del suono è sempre appropriata ma non particolarmente realistica, anche a causa di campionamenti fin troppo asettici. Benché il campionamento dinamico dichiarato sia superiore al necessario per un instrument di batteria, i piatti e gli hi hat rischiano di sembrare meccanici. La libreria di groove è una miniera ritmica da cui attingere anche per cercare idee, ma sono i controlli di timing che fanno la differenza su qualsiasi programmazione (provate Tone e Velocity!) e che sono assenti da librerie assai più blasonate.

West Africa

West Africa è una libreria di percussioni etniche e strumenti melodici sudafricani. I campioni sono divisi in Percussion Ensemble, contenenti ciascuno sei strumenti singoli, Single Percussion Instrument e Melodic Instruments eptafonici. Al caricamento di ogni Percussion Ensemble sono richiamati una selezione di pattern, frasi, hit e stroke. I pattern sono associati a un playback engine con controlli per l’umanizzazione del groove e a un sequencer che consente l’editing solo per i groove percussivi.

Fig. 4 – Un preset di West Africa caricato in Kontakt
Fig. 4 – Un preset di West Africa caricato in Kontakt

Per gli ensemble è disponibile un mixer per il controllo dei singoli livelli. Anche gli instrument percussivi e melodici richiamano pattern (solo per Percussion Instrument) e differenti articolazioni. Gli strumenti utilizzati per le riprese sono Dunun, Djembe, Krin, Calabash, Kora e Bolon, Balafon, Ngoni e Fula (Fig. 4). I campioni si adattano bene al mix: le pelli e la componente timbrica data dalle casse di risonanza sono presenti con il loro sound caratteristico, pur con ambienti sempre misurati e non troppo naturali. La profondità sulle basse frequenze è migliorabile, ma questo è un aspetto che si nota soprattutto sui singoli suoni più che nel mix.

Retro Machine MK2

L’ultima tra le librerie di Komplete 8 è fornita in versione download: in seguito alla registrazione di Komplete riceverete un’email con il link per scaricare l’installer. I synth campionati sono Arp Quadra, Crumar Roady e Orchestrator, Korg MiniKorg e Polysix, Memorymoog, Minimoog, Oberheim 4 Voice e Matrix 12, Rhodes Chroma, RMI 368 Electra-Piano, Roland EP-10/EP-20 e MKS-80 Super Jupiter, Sequential Circuits Pro One, String Melody II e Yamaha CP 11. L’interfaccia è programmata con script specifici che consentono di utilizzare un arpeggiatore (16 step o 12 terzine) e un chord player per la creazione di accordi da singole note. Per ogni preset sono disponibili otto variazioni di suono create combinando diversi parametri (oscillatore, filtro, inviluppi, ecc.).

Fig. 5 – Retro Machine MK2, in rosso gli switch Sound Variation e lo slider per il morphing
Fig. 5 – Retro Machine MK2, in rosso gli switch Sound Variation e lo slider per il morphing

Il passaggio tra Sound Variation avviene via switch o con uno slider che consente il morphing in tempo reale. Tra le nuove librerie di Komplete, Retro Machine è quella che ci ha più entusiasmato insieme a West Africa. Il suono, oltre i confronti con l’hardware, è in puro stile vintage: ciò che può sembrare troppo asettico prende nuova vita aumentando il parametro Fat (o utilizzando Guitar Rig per scaldare il suono) o utilizzando le Sound Variation (Fig. 5). Le riprese, anche in questo caso, sono pensate per il mix: il suono non ha la potenza o la profondità di altri instrument dedicati, ma assolve egregiamente il suo compito se trattato a dovere.

In prova

Per il musicista, Komplete 8 migliora rispetto al passato, grazie a un aggiornamento che aumenta il numero delle librerie disponibili. Kontakt e le librerie incluse sono sufficienti a coprire gran parte delle esigenze per il rock e il pop, con i nuovi effetti che consentono anche di portare a termine una pre produzione completa (Fig. 6).

Fig. 6 – Solid G-EQ caricato all’interno di Kontakt
Fig. 6 – Solid G-EQ caricato all’interno di Kontakt

Guitar Rig 5 Pro e FM8 rappresentano il valore aggiunto, rispettivamente, per chitarristi e pianisti, senza dimenticare che il primo si presta a qualsiasi tipo di utilizzo creativo su strumenti diversi da basso e chitarra. Potete usarlo per scaldare i synth o per rendere irriconoscibile un suono di pianoforte. Studio Drummer rappresenta l’alternativa moderna ad Abbey Road 60s, e al contempo offre un’interfaccia più attuale e una struttura più semplice rispetto a Battery 3. Le armi vincenti della libreria sono sicuramente le funzioni Randomize, che possono essere applicate anche ai groove programmati dall’utente e velocizzano il lavoro.

La sezione ritmica di Komplete è completata dai bassi di Kontakt e Scarbee, con il limite rappresentato nel secondo caso da una gestione delle articolazioni complicata rispetto a instrument dedicati. Spostandosi nell’ambito di colonne sonore e soundscape, Absynth diventa il partner ideale per i suoni moderni e le texture. In questo ambito rimane comunque la necessità di una libreria dedicata per parti di orchestra accurate e realistiche. Per il pianoforte (Fig. 7) valgono le considerazioni fatte per Komplete 7. In qualsiasi ambito lavoriate, West Africa Discovery Series supera un altro limite delle edizioni precedenti, perché entra nel territorio dei suoni etnici integrando campioni e pattern in una sola libreria. Questo aspetto diventa tanto più interessante per il DJ producer quando si pensa all’integrazione con Maschine e alla possibilità di triggerare i loop dal controller hardware.

Fig. 7 – La libreria Berlin Concert Grand
Fig. 7 – La libreria Berlin Concert Grand

La prospettiva descritta per il musicista vale anche per lo studio di registrazione, dove tutti i software del bundle trovano il loro ambito di applicazione e le modifiche al workflow ottimizzaziono il lavoro. Il limite nell’utilizzo di Komplete in studio, secondo noi, è rappresentato dall’assenza di un instrument di batteria dotato di timbri che reggano il peso sonoro di chitarre distorte e bassi elettrici. La stessa considerazione può essere applicata ai bassi, dove instrument come Spectrasonics Trillian rimangono un punto di riferimento per flessibilità, suono e semplicità di utilizzo.

Retro Machines MK2 è il perfetto complemento alle librerie vintage aggiunte da Komplete 7 (Fig. 8) e offre uno strumento perfetto tanto per il musicista quanto per il project studio (o lo studio che non dispone dei relativi hardware) e il DJ producer. Komplete 8 per il DJ è senza dubbio necessario grazie all’integrazione con Maschine, che rende più accessibile la sterminata quantità di suoni e sintetizzatori: dai kit elettronici di Battery 3, a Massive, Reaktor e Absynth e tutte le librerie di Kontakt. Sul fronte dei suoni vintage, Komplete 8 offre ormai una vasta gamma di instrument dedicati: Vintage Organs, Abbey Road 60s Drums, Retro Machines MK2, Scarbee A-200, Scarbee Clavinet/Pianet, Scarbee Mark I, Scarbee MM-Bass e Vintage Organs.

I titoli inclusi in Kontakt 8

Kontakt 5, Reaktor 5.6, Guitar Rig 5 Pro, Absynth 5, Battery 3, FM8, Massive, Abbey Road 60s Drums, Berlin Concert Grand, New York Concert Grand, Rammfire, Reaktor Prism, Reaktor Spark, Reflektor, Retro Machines MK2, Scarbee A-200, Scarbee Clavinet/Pianet, Scarbee Mark I, Scarbee MM-Bass, Studio Drummer, The Finger, Traktor’s 12, Transient Master, Upright Piano, Vienna Concert Grand, Vintage Organs, West Africa.

Conclusioni

Che siate musicisti, DJ producer o lavoriate in studio di registrazione, Komplete 8 rappresenta un valore aggiunto rispetto alle precedenti release. Le nuove librerie sono il fattore chiave per chi, come noi, crede che le idee e i suoni rappresentino il fondamento per produzioni ispirate e riuscite. Gli effetti integrati migliorano in maniera apprezzabile l’efficienza nella definizione del suono, mentre le modifiche al workflow dei motori audio velocizzato il lavoro. Sul fronte DJ, l’integrazione totale con Maschine 1.7 vale da sola l’aggiornamento.

Il passaggio alla versione 8 è consigliato a tutti i possessori delle precedenti release, anche considerando il rapporto tra il prezzo dell’upgrade e quello dei singoli prodotti aggiornati.

Per il project studio e lo studio di livello superiore rimangono alcuni limiti per le librerie di basso e batteria, dovute anche ai nostri gusti personali, mentre per chiunque si affacci per la prima volta alla produzione, Komplete si afferma come punto di riferimento per flessibilità e qualità dei suoni in rapporto al prezzo.