apertura

This is box title

PRO

Caratteristiche dell’equalizzatore

Suono dei plug-in

Import sample audio  come IR

CONTRO

Assenza di sidechain su Leveler

MasterWorks è un bundle di tre processori in formato AU, RTAS, VST e MAS per Mac e PC: un riverbero a convoluzione, un equalizzatore e un compressore/limiter. L’installazione avviene tramite DVD, la protezione usa iLok.

Leveler

Leveler è un comp/limiter basato sull’emulazione di Teletronix LA-2A e dotato di AGC (controllo automatico del gain) e attenuatore elettro-ottico (Fig. 1). Il plug-in offre la possibilità di scegliere tra quattro modelli di LA-2A, corrispondenti alle risposte Fast/Slow Modern e Fast/Slow Vintage. Leveler può lavorare come compressore, limiter o in Standby. In quest’ultimo stato, il plug-in emula il tempo di riscaldamento delle valvole. Ciò significa che il bypass tradizionale corrisponde allo spegnimento dell’hardware e che per mantenere i circuiti performanti è necessario utilizzare lo Standby, che però non libera risorse di sistema.

Fig. 1 – MasterWorks Leveler
Fig. 1 – MasterWorks Leveler

Tale comportamento può essere disattivato dal menu accessibile con un click sul VU Meter. I parametri di controllo sono Response e Gain Reduction. Il primo modifica le caratteristiche del filtro applicato al segnale inviato alla resistenza e influisce sui tempi di risposta, il secondo imposta la quantità di segnale inviato all’AGC. Il metering è affidato a un VU Meter che può visualizzare livello in ingresso, uscita o quantità di GR.

Equalizzatore

L’EQ lavora con cinque bande parametriche e filtri High Pass e Low Pass a pendenza variabile da 6 a 36 dB/ottava. Ciascuna banda è attivabile singolarmente. I filtri per le alte e le basse frequenze possono essere impostati come shelving o bell. Caratteristiche dell’EQ sono il display grafico e la possibilità di impostare per ogni banda quattro differenti modelli di filtri bell, ciascuno con una diversa interazione tra Q e gain applicato (Fig. 2). I filtri di primo tipo hanno un Q che rimane pressoché invariato al variare del gain. Nel secondo tipo, il valore di Q varia solo leggermente al variare del gain applicato ed è sostanzialmente invariato su bassi livelli di boost e cut.

Fig. 2 – L’equalizzatore dispone di cinque bande e filtri HP e LP
Fig. 2 – L’equalizzatore dispone di cinque bande e filtri HP e LP

Per il terzo tipo di filtro c’è un incremento di Q all’aumentare del boost/cut: lo stesso comportamento diventa estremo quando passiamo ai filtri di quarto tipo. Il controllo di Q rimane attivo anche per i filtri shelving delle cinque bande, che hanno un comportamento in stile analogico e per alti valori di Q portano a un overshoot. Il display consente lo zoom verticale e la visualizzazione dell’FFT del segnale in tempo reale. I parametri di EQ possono essere modificati utilizzando i punti presenti sulle singole curve.

ProVerb

Il riverbero è un processore a convoluzione con libreria di IR e stadio di compressione integrato (Fig. 3). Librerie di terze parti e campioni audio possono essere importate tramite drag & drop. I parametri sono i classici Predelay (+/- 99 msec), Width (tracce stereo), Damping, Mix, Lenght e Input/Output Gain. Il mix tra segnale dry e wet usa quattro modalità: 3 dB Cross Fader crea un mix con crossfade a loudness identico, in 6 dB Cross Fader il crossfade mantiene uguale ampiezza, mentre Effect Level e Dry Level utilizzano rispettivamente un livello costante del segnale dry e wet. Il controllo Width è attivo solo per uscite stereo.

Fig. 3 – ProVerb
Fig. 3 – ProVerb

Nel primo caso, impostando il controllo in hard right si invertono i canali del segnale a livello dello stadio di ingresso, ovvero i canali della traccia stereo sono inviati al processore in modo tale che il Left della traccia arrivi al Right del processore e viceversa. In mono to stereo, Width imposta la posizione del segnale in input e applica pan opposto al segnale stereo in uscita. Il segnale trattato da ProVerb può passare attraverso un equalizzatore a quattro bande, derivato da quello appena descritto e, successivamente, in un processore di dinamica (Dynamic Mix), che dispone di controlli di soglia, sensibilità e quantità di GR, controllato dal segnale non processato inviato in sidechain.

Esempi audio

password: nat4

1111MM01 AIl file di batteria di partenza (mix con solo controllo dei livelli)

1111MM02 Il primo esempio realizzato con equalizzatore e Leveler sul master e su cassa, rullante, hi hat e over. Leveler sempre in modalità Slow Vintage

1111MM03 Leveler in modalità Slow Modern e modifica dell’equalizzazione su master e rullante.

1111MM04 Chitarra acustica, il file originale

1111MM05 Chitarra trattata con equalizzatore e Leveler

1111MM06 La batteria dell’esempio 1111MM02 trattata con il preset Jam Space Ambience modificato

1111MM07 Magix Sequoia

0910SD11 Un ambiente Europe modificato, con equalizzazione per ridurre le medio basse e aprire il suono sulle alte

In prova

Leveler è un compressore trasparente e non aggiunge armoniche a livello udibile. Si adatta bene a voci, percussioni, chitarre e bassi acustici. Le differenze tra le curve sono sottili. Il processore non è dotato di ingresso sidechain, ed è forse l’unico difetto. Il controllo Response consente di agire sui tempi, in particolare velocizzando l’attacco e allungando il rilascio. I tempi non sono mai velocissimi. La punta di diamante del bundle è l’equalizzatore: le possibilità di cambiare il tipo di filtro per ogni banda, applicare shelving agli estremi e sfruttare LP e HP consegnano all’utente un tool preciso e versatile. Lo abbiamo usato con soddisfazione, prediligendolo sui suoni moderni, per il mix e per gli strumenti acustici. La possibilità di creare curve differenti consente di spostarsi anche in territorio vintage o SSL (gli overshoot di HP e LP), fermo restando che il plug-in nasce come equalizzatore trasparente e preciso.

L’effetto applicato sul suono è sempre quello visualizzato nel display grafico, che corrisponde ai valori inseriti: l’affidabilità è totale. ProVerb è un riverbeo molto flessibile e offre una libreria ben fornita. Il suono è realistico sia su ambienti più piccoli sia per spazi più ampi, con l’equalizzatore integrato che è un plus importante e spesso trascurato nei riverberi. Ultimo plus creativo è la possibilità di importare campioni audio che sono utilizzati come IR. La stabilità generale del pacchetto è ottima. Solo per Leveler ci è capitato un inconveniente all’interno di Logic. Lavorando con il bridge a 32 bit, in alcuni progetti richiamando l’interfaccia grafica del plug-in la DAW ha iniziato a produrre rumore. Lavorando senza bridge e su altre DAW, come Pro Tools, il problema non si è mai presentato.

Conclusioni

MasterWorks è un bundle serio, che trova il suo fiore all’occhiello nell’equalizzatore, accompagnato da ProVerb e Leveler, due compagni all’altezza della situazione. I plug-in possono entrare di diritto in uno studio pro e dare un prezioso contributo per produzioni acustiche e sui timbri più moderni.

This is box title

Backline

Via dell’Aprica, 16 – Milano

Tel. 02 69015709

info@backline.it

www.backline.it

Prezzo: € 209,00 + IVA