Apertura scs4dj_angle

This is box title

PRO

Standalone

Semplicità di utilizzo

Effetto Filter

Colorazione delle tracce

CONTRO

Manca Dry/Wet negli effetti

Manca Gain di canale

Stanton SCS.4DJ è una consolle digitale portatile per D, dotata di schermo LCD a colori e una CPU interna che permettono la visualizzazione, il caricamento e l’elaborazione della tracce audio digitali. È composta da un mixer centrale dotato di meter a LED per il livello Master, due canali con fader di volume relativo, equalizzatore a tre bande, preascolto, controllo di pitch, trasporto Play/Pause e Cue, controlli di messa a tempo Sync e Tap, Jog Wheel sensibile al tocco, quattro effetti e comandi di Loop. SCS.4DJ integra una scheda audio 24 bit/44.1kHz, ingresso microfonico e uscita cuffie. I formati audio compatibili sono MP3, MP4, AAC, M4A, WAV e AIFF. Può essere utilizzata anche solo come controller MIDI, interfacciandosi con un computer e i software per DJ in commercio.

Le connessioni

Il pannello posteriore (Fig. 1) è dotato di uscita RCA sbilanciata e jack 1/4” bilanciata. Sono presenti una porta USB di tipo A per il collegamento di una penna USB o di un Hard Disk esterno e una di tipo B per il collegamento a un computer. Una seconda porta USB è presente a fianco del display LCD ed è protetta da una chiusura in gomma. Il pannello anteriore possiede un ingresso microfonico con jack da 1/4” e controllo di livello, un potenziometro per il livello Master e una uscita cuffia sia su jack da 1/4” che da 1/8” con controllo di livello del preascolto e potenziometro Mix/Cue. L’alimentazione avviene tramite alimentatore esterno e per l’accensione è presente un pulsante posto sul pannello posteriore.

Fig. 1 – Il pannello posteriore
Fig. 1 – Il pannello posteriore

Il display e il software

Il display LCD da 4.3” (Fig. 2) è il cuore del sistema. Otto pulsanti laterali permettono di selezionare alcuni comandi chiave come il caricamento delle tracce nei deck oppure lo scorrimento e la ricerca dei brani all’interno delle playlist.

Quattro pulsanti inferiori selezionano invece la sezione di controllo desiderata: Home/Waveform, Browse, Playlist e System. Premendo Home/Waveform (Fig. 3 e Fig. 4) si entra in una zona dedicata alla visualizzazione delle tracce caricate nei deck. Qui sono presenti una serie di informazioni importanti per il mix come il nome della traccia, i BPM, la durata e il tempo di end della traccia. Le tracce caricate nei deck sono visualizzate con la loro forma d’onda, che possiede colorazioni differenti a seconda delle frequenze contenute.

Fig. 2 – Il display LCD da 4.3”
Fig. 2 – Il display LCD da 4.3”

Gli otto pulsanti laterali permettono di fissare la Key del brano, lo zoom a due posizioni, il raddoppio o dimezzamento dei BPM calcolati e lo Snap. Il software interno, presente nella versione 1.4.1 al momento del test, è aggiornabile scaricando il file dal sito ufficiale di Stanton e si aggiorna trasferendo il file su una unità di archiviazione di massa (come una penna USB) e collegandola a una delle due porte USB di tipo A presenti. In Browse (Fig. 5) possiamo scorrere e caricare le tracce desiderate. Playlist permette di effettuare una selezione ristretta dei brani a disposizione e in System sono presenti le impostazioni di sistema tra cui lo Split del preascolto, l’espulsione degli HD esterni e la configurazione come semplice MIDI Controller.

This is box title

Ecco un piccolo trucco nel mix, legato all’utilizzo del Delay. Impostiamo il Delay a 1/8 di battuta, il Freq/Amount a 3/4 (ore tre) che conferisce al Delay anche un pizzico di riverbero e attiviamo lo Scratch (Touch disattivo). Al momento desiderato (per esempio una porzione di suono senza cassa), attiviamo il Delay, mettiamo in Pause e facciamo fare una mezza rotazione veloce e indietro alla Jog-Wheel. In questo modo il suono con Delay e riverbero diminuirà nel tempo mantenendo la sonorità della traccia messa in pausa e permettendo la sua uscita dal mix in modo dolce e musicale.

Il database

Sono presenti di default una serie di brani musicali di vari generi. Il database è comunque ampliabile inserendo un HD che contenga dei file nei formati compatibili. Automaticamente SCS.4DJ legge la musica presente nel disco e ne effettua l’analisi. Sono calcolati i BPM, la durata del brano e la griglia dei beat per la sincronizzazione.

Fig. 3 – Sezione Home
Fig. 3 – Sezione Home

In questa operazione sono create tre cartelle nell’HD esterno che contengono le informazioni di analisi e tag del brano: copertina digitale, titolo, artista, album, genere, formato del file, durata del brano, BPM ecc.

Auto DJ

Tramite la sezione Home/Waveform è possibile attivare l’Auto DJ. Questa funzione carica automaticamente e in successione le tracce presenti in una playlist effettuando un auto mix che può variare da 30 secondi prima della fine della traccia a due secondi di pausa dopo la fine della traccia. Questo tempo è modificabile nella sezione System.

Effetti

Sono disponibili quattro effetti, attivabili ciascuno dal relativo pulsante: Filter, Flanger, Slice e Delay (Fig. 6). Ogni effetto è dotato di due potenziometri che variano i parametri dell’effetto selezionato.

Fig. 4 – Sezione Waveform
Fig. 4 – Sezione Waveform

Filter possiede controlli di variazione della frequenza di cutoff e LFO, che permettono di ottenere un effetto di pumping sul suono. Il filtro varia da LP a HP con annullamento totale del suono agli estremi. Flanger ha controlli di Rate e Amount. Slice è un piccolo campionatore che riproduce in modo casuale, la porzione di audio campionata. Il numero di battute campionato dipende dalla lunghezza del loop impostato come default nel sistema. I due parametri permetto di variare la tipologia di riproduzione delle porzioni di audio. Con l’attivazione di Slice è riprodotta in uscita solo la porzione di audio campionata, mentre in background il file audio presente nella traccia continua a essere in play. Delay infine possiede controlli di tempo e Feedback del Delay. Il Feedback, se ruotato in senso orario, conferisce anche un leggero riverbero.

MIDI Controller

SCS.4DJ è anche un controller MIDI. Se collegato a un PC o un Mac mediante la porta USB di tipo B presente sul pannello posteriore, è interfacciabile con il computer e con i software per DJing in commercio. I segnali MIDI sono premappati da Stanton e al momento non sono modificabili.

Fig. 5 – Sezione Browse
Fig. 5 – Sezione Browse

Le jog-wheel

Sono dotate di sensibilità al tocco nella parte centrale (non gommata) e hanno un diametro di circa 12 cm (Fig. 7). Il pulsante di Scratch attiva tale funzionamento e, se tenuto premuto, la jog-wheel effettua un avanzamento veloce in entrambe le direzioni. Se Scratch non è attivo la rotazione delle jog-wheel durante la riproduzione effettua una variazione momentanea del pitch.

Il Touch permette di saltare al punto di Cue impostato semplicemente toccando la jog-wheel nella parte sensibile.

<

p class=”p1″>

This is box title

1111SS01 Effetto Delay

1111SS02 Effetto Filter

1111SS03 Effetto Flanger

1111SS04 Effetto Slice

1111SS05 Esempio audio, spiegazioni nel box Know How

In prova

SCS.4DJ si presenta come una console compatta e leggera. Il materiale plastico è robusto. I potenziometri e i fader sono ben fatti e piacevoli al tocco. I pulsanti risultano invece un po’ rigidi e occorre una certa pressione per attivarli/disattivarli, retroilluminati solo se attivi: in situazione di buio la loro individuazione da disattivi non è immediata.

Fig. 6 – Effetti e controlli disponibili
Fig. 6 – Effetti e controlli disponibili

Le jog-wheel hanno una buona sensibilità al tocco che garantisce un corretto scratch. Interessante anche la funzione Touch che permette un ottimo controllo del Cue Point. Il livello di uscita cuffie è potente e lo split è un’opzione gradita a molti DJ che utilizzano questo sistema di ascolto. Gli effetti sono realizzati per mezzo di un DSP interno e sono musicalmente validi, con particolare riguardo per il Filter che si è dimostrato un ottimo ausilio nel mix.

Se utilizzate lo Slice scoprirete che, una volta attivato, l’equalizzatore del mixer non agisce sul campione memorizzato. Il suono è campionato e riprodotto così come si trova al momento dell’attivazione dello Slice. Il livello di canale invece agisce sul campione modificandone il livello. Si sentono la mancanza di un Dry/Wet e la possibilità di utilizzare almeno due effetti contemporaneamente. Manca anche il controllo di Gain dei canali.

Fig. 7 – La Jog-Wheel sensibile al tocco con pulsanti di Scratch e Touch
Fig. 7 – La Jog-Wheel sensibile al tocco con pulsanti di Scratch e Touch

SCS.4DJ è dotato di un algoritmo di livellamento automatico del Gain delle tracce. Non sempre però risulta efficiente e c’è la possibilità di incappare in abbassamenti del volume del mix senza la possibilità di rimediare se si lavora a fader di livello completamente aperti. Questi limiti saranno eliminati, da quanto ci ha riferito il distributore, in un prossimo upgrade firmware. La peculiarità di questo prodotto è quella di non richiedere l’utilizzo di un computer ed effettivamente non se ne sente la mancanza. Il display LCD permette una buona visualizzazione delle tracce e dei controlli di sistema. Il tutto è organizzato in modo semplice e intuitivo. La colorazione delle tracce in base alle frequenze contenute è chiara e ben visibile.

La sincronizzazione avviene regolarmente e si mantiene bene nel tempo, ma dovete fare un po’ di attenzione se utilizzate il loop. In questo caso può capitare di avere degli sfasamenti nella sincronizzazione e quindi occorre rimettere a tempo i brani. L’importazione e l’analisi dei file audio da un HD esterno, richiede un po’ di tempo. Per analizzare 225 MB di file MP3 a 320 Kbit (14 brani nel nostro caso), il sistema ha impiegato circa 20 minuti. Collegare chiavette da qualche GB piene di musica o addirittura HD esterni da centinaia di GB, richiede una notevole quantità di tempo.

Conclusioni

SCS.4DJ è un prodotto accessibile a molte tasche e soprattutto non richiede l’acquisto di un computer. L’impressione è di un prodotto giovane, unico nel suo genere e con grandi potenzialità. Se i prossimi aggiornamenti risolveranno i limiti che abbiamo trovato, SCS.4DJ può diventare un punto di riferimento nelle attuali tendenze della musica da club. La scelta di Stanton può anticipare il futuro, con un prodotto veramente all-in-one che permette di effettuare mix semplici con estrema facilità, e che ha una trasportabilità eccellente: una sola borsa e siete pronti.

This is box title

MPI Electronics

Via De Amicis 10/12, Cornaredo, MI

Tel 029361101

Email: info@djpoint.net

www.djpoint.net

Prezzo: € 412,00 + IVA