Apertura

This is box title

PRO

Musicale

Colorato

CONTRO

Gain difficile da regolare per bassi valori

1073LB EQ è la parte di equalizzatore del classico 1073 vintage, e non deriva dall’8803. I controlli su pannello sono concentrici, con la ghiera che seleziona le frequenze dove occorre, e il potenziometro dedicato al gain. Il filtro HPF a 50, 80, 160 e 300 Hz ha la ghiera di colore blu, sulla quale è montato il potenziometro per il gain (+/-16 dB) del filtro shelving a 12 kHz. La banda dei medi ha un Q fisso con frequenze di 360 Hz, 700 Hz, 1,6 kHz, 3,2 kHz, 4,8 kHz e 7,2 kHz, con gain da +/- 18 dB. Il filtro per i bassi ha un gain di +/- 16 dB con frequenze di 35 Hz, 60 Hz, 110 Hz e 220 Hz. È presente un pulsante di inserimento dell’EQ, con led verde, e un secondo led che segnala la presenza di segnale tra -25 dBu e +23 dBu, che diventa rosso se il segnale in ingresso supera i +24 dBu.

Fig. 1 - I circuiti interni, si notano i tre induttori
Fig. 1 – I circuiti interni, si notano i tre induttori

La caratteristica quasi nascosta dell’EQ è la possibilità di integrarsi completamente con il pre, attraverso l’uso di un cavetto a due conduttori, fornito di serie, da inserire nel connettore posteriore del pre e dell’EQ. In questo modo, l’EQ funziona come insert del preamplificatore con evidenti benefici: il segnale d’ingresso e di uscita finale di questa accoppiata passeranno sempre dai trasformatori del preamplificatore, impartendo quel carattere Neve da molti ricercato e con una equalizzazione a induttori che riproduce la risposta del classico 1073. Nulla vieta, impostando i due jumper posteriori dell’EQ, di utilizzarlo come equalizzatore standalone in un rack API.

Hardware

La costruzione è di qualità: i tre selettori e potenziometri sono dei Grayhill, l’ingresso audio è gestito da un Burr Brown INA137UA, con Slew Rate di 14 V/msec, mentre lo stadio di uscita utilizza un THAT 1646 che ha la caratteristica di comportarsi quasi come un trasformatore con un livello di rumore intorno a -101 dBu con un livello massimo di uscita di +27.5 dBu e Slew Rate di 15 V/µsec. Si nota anche un operazionale NE5534. L’alimentazione è gestita da un LM 339 e da un LM 385. Gli induttori, usati per l’equalizzazione, sono tre e sono custom.

Analisi

Inserito l’equalizzatore nel circuito, e cercando di porre a zero il gain per lo shelving sulle alte, otteniamo una distorsione di fase di circa 53° a 20 kHz, che si azzera intorno ai 580 Hz per arrivare a circa 19° a 20 Hz. Sempre a circuito inserito, la distorsione armonica è trascurabile: appare la terza armonica a livelli inudibili solo quando il segnale in ingresso è superiore ai +22 dBu. Lavorando con livelli di In/Out di +12 dBu, non c’è traccia di distorsione armonica.

This is box title

Convertitore Prism ADA8XR, cavi Vovox, API 500V, Motu Digital Performer, 44.1 kHz, 16 bit

1211N101 Linea di synth virtuale

1211N102 Come sopra, equalizzato

1211N103 Basso originale

1211N104 Basso equalizzato

1211N105 Mix stereo originale

1211N106 Mix stereo leggermente equalizzato

In prova

Fin dalle prime battute appare chiaro che il piccolo EQ Neve è la metà di una mela: è un EQ molto generoso come headroom e come gain. Costringe a minimi spostamenti dei potenziometri per ottenere un intervento sostanziale ma morbido, ed è molto facile esagerare con l’equalizzazione, perché quei 16 dB di gain ci sono davvero tutti. Mentre le curve sono dolci e arrotondate, i transienti sono rispettati e non c’è un colore che sia impartito su tutto il range di frequenze, proprio perché i trasformatori sono caricati sul modulo di preamplificazione. In mix è fenomenale per ottenere presto e subito un taglio pulito e preciso, forse un po’ debordante sulle basse frequenze ma piuttosto dolce. Non ha mai l’asprezza di un EQ a operazionali e l’intervento sulla fase, già in origine, tende a esaltare i medi.

Fig. 2 - La risposta in frequenza, con il gain del shelving per le alte circa a zero
Fig. 2 – La risposta in frequenza, con il gain del shelving per le alte circa a zero

Per la prima volta abbiamo un EQ Neve classico senza i trasformatori, il che lascia molto spazio alla creatività quando lo si abbina a un pre colorato. Naturalmente l’accoppiata vincente è con il relativo modulo di pre, ma nulla vieta di abbinarlo a un 512C o a un Helios Type 69. L’utilizzo è molto semplice, peccato non siano stai messi i punti di scatto a zero per i potenziometri, così da assicurarsi l’uso specifico di alcuni filtri sugli altri. Non c’è strumento o voce che non possa trarre giovamento dall’equalizzazione Neve e, rispetto alla versione vintage classica, le curve e il comportamento sono assai vicini, così da non dover rimpiangere il modulo originale. Sarà comunque difficile un paragone diretto, perché il 1073LB EQ è senza trasformatori, i quali giocano un ruolo di primo piano nel suono Neve. L’unico evidente limite, rispetto all’originale, è nella sezione di alimentazione, che deriva dal modulo API ed è inferiore in potenza rispetto al rack standard. Ci sono anche differenze nei circuiti il che rendono di fatto ancora unico il disegno del 1073 originale.

Conclusioni

Abbinare il 1073LB EQ al 1073LB PRE significa avere un’eccellente channel strip che rappresenta anche l’unico sistema per avvicinarsi il più possibile ai classici 1073. Non abbiamo dubbi che l’accoppiata sia quanto di meglio possibile per ritrovare il carattere del 1073. In più, cosa non di poco conto, la facoltà di usare il solo equalizzatore scevro della parte di amplificazione e di trasformatori del preamplificatore, è un punto a favore del progetto, perché consente di scegliere un secondo timbro, oltre a quello dell’integrazione con il pre. La costruzione è ottima, la potenza dell’eq è perfino eccessiva in fatto di gain e il suono è quello che ricerchiamo sempre volentieri quando si parla di 1073. Considerando la somma da sborsare per avere l’accoppiata pre più EQ, non ci sono dubbi che questa sia la via migliore, e diremmo anche unica, per caricare una channel strip 1073 nelle munizioni del mix.

This is box title

Funky Junk

Via Pollaiolo, 15 – Milano
Tel. 02 69016229
Via Vidaschi, 14B – Roma
Tel. 06 5826324
info@funkyjunk.it
www.funkyjunk.it
Prezzo: € 1.090,00 + IVA