Eastern Acoustic Works è una azienda che conosciamo da tanti anni, rappresentata in Italia da Exhibo. Quest’anno, grazie a qualche buon informatore, siamo riusciti a scoprire in anteprima un giocattolino nascosto alla Gobi Tent durante il Coachella Music and Arts Festival 2013. “Per la gran parte degli ultimi 3 anni, EAW ha lavorato ad una tipologia di idea molto “EAW”, e per “EAW” intendo “pazza” – dice John Speck nel suo blog.

Si chiama Anya, e non è un line array

Banana? No, non più. Innanzitutto, l’aumento della copertura orizzontale e la potenza emessa sono attuabili affiancando più colonne. Comb Filtering? Ecco che entra in gioco Resolution, il software di controllo EAW. Il concetto è simile a quello di MLA (Martin Audio): ogni componente in ogni colonna è amplificato indipendentemente ed ha a disposizione un proprio DSP. Una volta definito il pattern di copertura, il sistema fa in automatico i suoi calcoli e adatta fase ed EQ.

Ogni modulo pesa 130 kg e, a detta di chi lo ha maneggiato, una colonna completa si monta, compreso il rigging, in non oltre 10 minuti. In ogni modulo troviamo 22 driver, più 10kW di amplificazione in classe D.

Afferma John Speck, di EAW: “Anya non è un prodotto, e neanche una cosa, e se fosse qualcosa, sarebbe molte cose.”

All’interno di ogni modulo ci sono sistemi di test e di misura per avere sempre sotto controllo ogni componente, oltre a microfoni di misura a bordo (a queste curiosità troveremo risposte presto).

Descrizione (anteprima)

In realtà è difficile fare una descrizione sommaria, perché il sistema è molto più di una cassa più gli amplificatori. Ad esempio: ogni modulo ha un controlle touch a batterie, e può fare le diagnostiche in ogni momento, anche scollegato. Dei sistemi all’infrarosso permettono l’autoriconoscimento di ogni singola cassa con la sua vicina, avviando una autoconfigurazione.

LF (2x): DSP proprietario con 3,000 watt di amplificazione classe D. MF (6x): DSP proprietario con 350 watt di amplificazione classe D. HF (14x): DSP proprietario con 350 watt di amplificazione classe D.  Sensori: microfono di misura, 4x sensori IR, sensori termici.

Durante il primo test, subito dopo la produzione e la messa a punto, ogni singola cassa viene misurata con il suo microfono e la misura servirà da riferimento interno alla cassa, che si confronterà non con un file di riferimento generico, ma con il suo stesso.

L’allineamento e il design del sistema può esser fatto sul disegno della venue, oppure punto punto, grazie al sistema di triangolazione a bordo che riconosce la posizione del tuo microfono di misura.