Claudio Lastrucci (Fondatore, Amministratore Delegato e Direttore R&D) con la sua creatura M-Force, visto frontalmente.

M-Force è un concept di Powersoft che, silenziosamente, faceva la sua bella figura al centro dello stand “Innovationville” a Francoforte. Gli occhi dei curiosi erano misti di entusiasmo e dubbio. Perché un motore di questa forma, a cosa serve una meccanica di questo tipo?

youtube
please specify correct url

Antonio Peruch (managing director) ci ha spiegato cos’è. Da oltre 4 anni i laboratori R&D di Powersoft sono al lavoro su di un motore lineare per altoparlanti “al contrario”, ovvero il magnete stavolta è interno e mobile (push/pull). Al magnete è collegato un braccio centrato da una sospensione a X in gomma, che lo collega al cono. L’efficenza migliora e anche le caratteristiche meccaniche (nessuna compressione in potenza, tipica degli altoparlanti a bobina, che può togliere anche 2/3 dB a bobina surriscaldata).

L’impedenza, udite udite, è di circa 0,2 ohm, per questo è necessario un amplificatore ad-hoc (M-Drive) con tecnologia Switch-Mode e Differential Pressure Control (DPC, già usata nei prodotti IPAL), realizzato da Powersoft e naturalmente controllabile con il software Armonìa. Raggiunge, ci dicono fonti autorevoli, i 145 dB ad un metro a 30 Hz. Non ci sono distorsioni armoniche rilevanti ed è virtualmente indistruttibile. La x-max, ovvero l’escursione massima del cono, è attestata attorno a più/meno 40mm.

“L’approccio di conversione di un segnale da elettrico ad acustico non è cambiato fondamentalmente dai princìpi del design elettroacustico” – commenta Claudio Lastrucci – “Con M-Force abbiamo creato un metodo alternativo della trasduzione acustica,  combinando le ultime tecnologie nel dominio della amplificazione di potenza, dei materiali magnetici e del DSP in tempo reale. Il risultato è una macchina che aumenta molto l’efficenza nella conversione elettroacustica, permettendo l’esplicitazione reale delle qualità native della tecnologia switch mode. Questo porta notevoli vantaggi – soprattutto riguardo la flessibilità e la qualità del suono – che segnano un nuovo standard nella progettazione degli altoparlanti per basse frequenze.”

Attualmente il prodotto è in test nei laboratori di alcune aziende produttrici di altoparlanti con la collaborazione di vari tecnici del suono. La tecnologia M-Force è brevettata internazionalmente.

Powersoft