Lo spettacolo prende vita presso l’Auditorium HQ RAI di Napoli ed è illuminato da Perrini per la seconda volta, mentre le precedenti versioni dello Show, in onda dal 2007, erano state girate e trasmesse presso il Teatro 13 di Cinecittà.
Il gioco ha un forte legame con l’enigmistica poichè si basa sull’associazione logica da parte dei concorrenti di numeri o parole, pertanto la finale non si raggiunge “solo” per fortuna ma grazie alle proprie capacità e conoscenze della lingua italiana. Molto apprezzato anche dai telespettatori che si sentono partecipi allo show, e hanno la possibilità di mettersi alla prova insieme ai concorrenti.
Ogni puntata richiede un “look” diverso e per realizzarlo, Salvo Perrini lavora a stretto contatto con lo scenografo Marco Calzavara.
Come in ogni trasmissione dove tutto, o quasi, si basa sulla fase finale del gioco e sulla vittoria del premio, spesso monetario, un’illuminazione ad hoc è fondamentale per creare l’esatto clima di tensione.
Perrini lavora per la RAI da ventisette anni, utilizzando prodotti ROBE regolarmente dagli ultimi quattro, in particolare dal lancio della serie ROBIN nel 2009. Da quando li ha integrati per la prima volta nel programma “Reazione a Catena” nel 2010, non ha mai avuto ripensamenti!
Gran amante della serie LEDWash, Salvo Perrini conta nello Studio televisivo di “Reazione a Catena” un totale di 120 Robin 600LEDWash e Robin 1200 LEDWash, insieme a 30 Robin DLX Spot e 30  Robin DLS Profile.
I Robin 600 LEDWash sono utilizzati per riempire di colore l’intero studio ed enfatizzare l’area dove si svolge il quiz. Per creare suggestive ambientazioni, impiega anche gli specchi posizionati in forma circolare intorno al pubblico.
I Robin 1200 LEDWash, posizionati anche a terra, producono un effetto ciclorama intorno alla parte posteriore dell’area di gioco.
I Robin DLX Spot, invece, creano effetti sul pubblico e sono utilizzati per il loro fascio diretto che, in controluce, è perfettamente letto dalla telecamera. Inoltre, i loro movimenti veloci e netti sono sfruttati per aumentare la suspense durante il gioco finale.
Grazie al sistema di sagomazione interno che contraddistingue il Robin DLS Profile, questi proiettori trovano la loro collocazione ottimale nell’illuminazione principale e in controluce dei concorrenti, realizzata con estrema precisione usando le 4 alette paraluce  interne.

In particolare, Perrini ama la miscelazione colore RGBW distintiva della Serie a LED di ROBE, grazie alla quale è possibile creare ogni colore immaginabile in tutte le sue gradazioni e, soprattutto, diffonderlo con la stessa intensità su tutta l’ampiezza del fascio luminoso.
Anche le qualità pastello sono eccellenti nella Serie ROBE a LED: “Le telecamere sono, infatti, in grado di leggerle facilmente” riferisce “e i colori sono uniformi in tutti i proiettori, solo così posso creare un ambiente di colore veramente equilibrato”.

La serie Robin LEDWash, il Robin DLS Profile e il Robin DLX Spot, infatti, oltre ad essere più luminosi rispetto ai tradizionali proiettori a scarica equivalenti, garantiscono una maggiore saturazione dei colori primari e secondari, specialmente sulle tonalità calde.

L’ambizione di Perrini di creare un progetto d’illuminazione per uno studio televisivo interamente a LED, “a 5.600°K” come lui stesso lo definisce, ha portato innumerevoli vantaggi, primo fra tutti un notevole risparmio di energia, eliminando i costi di mantenimento dei proiettori dovuti al cambio lampada e, soprattutto, garantendo una migliore resa sui colori e sugli effetti, tutte qualità che contribuiscono, naturalmente, a creare un eccellente spettacolo visivo.
“La serie LEDWash di Robe ha sicuramente cambiato la mia vita da quando l’ho inclusa nei miei spettacoli” dice entusiasta “Ne sto amando la leggerezza, le dimensioni ridotte e la praticità di poter gestirli al meglio, in tutto”.  Sono necessarie meno truss proprio perché i prodotti sono più leggeri e tutte queste qualità si rispecchiano nella filosofia “smaller, brighter, lighter” che contraddistingue nel Mondo la serie Robin a LED di ROBE.

Tutti i proiettori ROBE sono stati forniti dalla Società di Noleggio AMG International di Roma. Gli operatori luci per “Reazione a Catena” sono il capo tecnico Alessandro Piccolo (luci bianche) e l’operatore consolle Gianluca Alvino (illuminazione a colori).

Info: ROBE Multimedia Italia