In redazione siamo rimasti piacevolmente sorpresi. Lorenzo Ortolani ne aveva parlato nel suo editoriale, qualcuno ci ha pensato.

Wham City Lights trasforma tutti gli smartphone del pubblico in effetti luminosi nel palmo della mano. L’app sincronizza ogni iPhone, iPad o Android nella venue cambiando colore, strobo del flash e altro, assieme alla musica. Ogni show luminoso può essere creato con ogni canzone, live o pre-registrata, usando la palette colori che il light designer preferisce.

Wham City Lights funziona per qualsiasi performance, purché ci sia audio. Esatto, il cellulare si sincronizza tramite un ultrasuono – ne parliamo più avanti. I ragazzi di Wham City Lights possono creare lo show su misura da una canzone o dalla traccia click, oppure puoi creartela da solo, tramite lightshow editor.

Basta far scaricare la app agli spettatori prima dello spettacolo, spiegarne il funzionamento (davvero semplice) e via, si parte.

In console, basta attivare il segnale “Ultrasonic Wham Signal” brevettato (inudibile per l’orecchio umano) da qualsiasi diffusore audio. Il Wham Signal può essere embeddato nella song, nella traccia click, o trasmesso da solo per sincronizzare i telefoni nella stanza.

A nostro personale parere, l’unica pecca, vista la dipendenza dal segnale audio, è che la risposta non sarà mai immediata per tutto il pubblico ma viaggerà, come il suono, a 340 metri al secondo (il segnale di attivazione è ultrasonico, quindi viaggia a velocità prossime a quelle del suono), quindi le luci si accenderanno una dopo l’altra secondo la velocità di propagazione del suono lungo la platea, una sorta di effetto ola.

L’effetto però, funziona, come si capisce dal video seguente.

vimeo
please specify correct url

INFO: WHAM CITY LIGHTS