La caratteristica principale dei nuovi monitor da studio Sceptre di PreSonus consiste nella combinazione di trasduttori appositamente studiati e creati per lavorare in un progetto coassiale con l’ausilio del DSP.

L’allineamento coassiale tra woofer e tweeter offre il vantaggio di unificare il punto di emanazione del suono.

D’altro canto, la progettazione di casse con woofer e tweeter sullo stesso asse ha sempre portato con sè problemi di realizzazione, che aumentavano esponenzialmente i costi di realizzazione. Grazie alla tecnologia TQ Temporal Equalization Technology di Fulcrum Acoustic, ideata dal designer Dave Gunness, è stato possibile superare questi problemi di progettazione.

I monitor Spectre sfruttano, infatti, questo sistema per compensare le riflessioni causate dalla tromba, per la correzione delle anomalie che possono essere causate dall’allineamento coassiale e per il limiting. Inoltre, il DSP permette di ottimizzare il monitor per l’ambiente di lavoro in cui sarà utilizzato.

La serie Sceptre comprende due modelli, S8 (con altoparlante dedicato alle frequenze medio-basse da 8’ e tromba da 1’) e S6 (con altoparlante dedicato alle frequenze medio-basse da 6,5’ e tromba da 1’).

Entrambi i modelli sono dotati di apertura bass reflex frontale e bi-amplificati con amplificatore in Classe D da 90W RMS.

I monitor sono schermati dalle interferenze causate da radio frequenze, sono protetti dal sovrariscaldamento, integrano un limiter in uscita e hanno un filtro per la protezione contro le frequenze subsoniche che potrebbero causare vibrazioni e interferire con le prestazioni del woofer.

Infine, gli amplificatori sono dotati di soft startup, una tecnologia per il controllo del rumore.

 

Link distributore
Link produttore