La battaglia sulla “linearità”che porta avanti John Meyer ha un nuovo componente schierato: Lyon.

Durante un visita della redazione di Backstage all’azienda di Berkeley, a dicembre 2013, è stato mostrato, in sala anecoica, questo nuovo modello. La prima descrizione che ci è stata data del Lyon è: “prendi la potenza del MILO, condensala in un pacchetto minuscolo e fallo suonare sempre alla perfezione”. Premesse forti, aspettiamo di conoscerlo meglio.

Meyer Sound afferma, sul comunicato stampa: “Come per LEO, LYON riproduce fedelmente il materiale di origine, fornendo una risposta incolore, affidabile e coerente. Con LYON, gli ingegneri del suono possono sentirsi sicuri che il suono creato FOH oppure sul palco è fedelmente riprodotto dal sistema di altoparlanti, in modo che possano concentrarsi sulla realizzazione di loro mix al pubblico. I plug-in nelle console di missaggio consentono agli ingegneri FOH di applicare gli effetti desiderati già a monte, senza la necessità di spingere gli altoparlanti al limite di potenza per ottenere un effetto.”

Due versioni per la massima flessibilità

LYON è disponibile in due versioni: il modello principale LYON-M, adatto per installazioni in arene e grandi auditorium, così come tour e festival.
LYON-W fornisce una copertura orizzontale più larga come downfill di LYON e può essere utilizzato anche per la parte superiore di un array per eventuali applicazioni in arene. I sistemi LYON sono compatibili con i sistemi LEO, meccanicamente ed elettronicamente, quindi possono essere un perfetto complemento per applicazioni downfill o come linee di ritardo (delay).

La famiglia Linear comprende anche il dispositivo per le basse frequenze 1100-LFC e il processore Galileo Callisto, oltre che i sistemi di monitoring da palco come MJF-210 o il più grande MJF-212A.

Informazioni preliminari disponibili QUI

INFO: Linear Sound Italy