SuperSharpy

Dopo lo straordinario successo mondiale dello Sharpy, che oramai è diventata parola di uso comune per definire i fari a fascio stretto, Clay Paky presenta SuperSharpy, una testa mobile beam ACL con una lampada da 470 watt, 7.000 K. Il suo fascio è quattro volte più luminoso di Sharpy, ben oltre la differenza di potenza della lampada (470 W vs 190 W). Le distanze percorribili in aria mettono seriamente in difficoltà qualsiasi proiettore searchlight.

Il nome non deve ingannare, Super non significa “più forte”, non vuole essere solo un superlativo ma, in pura tradizione Clay Paky, ripercorre le orme del famosissimo SuperScan Zoom.
La nuova unità ottica da 170 mm di diametro permette di restringere il diametro del fascio fino a diametri molto stretti, densi quanto un laser e con una apertura praticamente a zero gradi. Il frost incluso aiuta ad ammorbidire il fascio, rendendolo simile ad un wash. Il sistema sottrattivo CMY è basato su 3 ruote colori. I filtri dicroici sono selezionati per ottenere infinite tonalità e sfumature. Filtri CTO sono disponibili per ogni ruota. Una ruota colore a colori saturi può ruotare a velocità variabile, creando effetti arcobaleno a mezz’aria. Due le ruote porta gobo, di cui una con 7 gobo dicroici ruotabili di alta qualità, l’altra con 20 gobo in metallo fissi e un’ampia selezione di riduttori di diametro del fascio. Grazie alle ottiche del SuperSharpy le sagome possono essere messe a fuoco anche a decine di metri di distanza.

Sharpy è parte della nuova serie di fari Clay Paky, nominata Prima, che non solo ne rinnova il look, ma è costruito per facilitare tutte le operazioni di manutenzione e maneggiamento. Come tutti i fari Clay Paky grande cura è stata rivolta alla velocità di rotazione dei giunti pan e tilt e alla velocità di cambio effetti, oltre alle numerose funzioni preprogrammate.

INFO: Clay Paky

Nel video la demo dei nuovi prodotti, disegnata da Marco Zucchinali e presentata al Pro Light & Sound 2014.

youtube
please specify correct url