phoca_thumb_l_congregation5La Sala delle Assemblee dei testimoni di Geova a Caltanissetta, in Sicilia, è una ottima sfida per l’intelligibilità della parola: un grande spazio di 60×30 m di ampiezza, molto riverberante, con un palco sul lato stretto, e dove trovano posto per circa 2.000 persone tra platea e balconata.

Per migliorare quindi il benessere dei fedeli e la perfetta intelligibilità della parola, aspetto quanto mai importante delle cerimonie religiose, si è pensato a un trattamento di correzione acustica.

Exhibo, grazie alla business unit dedicata ai progetti di trattamento acustico degli ambienti ha messo a disposizione il consulente acustico, Massimiliano De Angelis, che ha valutato la sala nelle sue caratteristiche, provveduto alle misurazioni, e approntato un progetto di correzione degli ambienti, nel rispetto dei parametri STIPA (Speech Transmission Index Public Address). De Angelis ha raccontato: “Il trattamento ha permesso di portare i tempi di riverberazione dagli oltre 6 secondi di T60, a sotto gli 1,5  secondi in ogni punto della sala, galleria e platea compresi, e di evitare completamente qualsiasi fenomeno di rigenerazione acustica reattiva. Un bel risultato.”

La correzione ha tenuto conto fin da subito anche del tipo di diffusori che sarebbero stati inseriti: potenti per coprire tutto lo spazio, e allo stesso tempo direttivi per non creare problemi di rifrazioni, senza dimenticare l’aspetto estetico e la compattezza, al fine di non impattare per ingombri e design con il palco e la sala. Guido Diamanti, di Exhibo, ha ricevuto l’incarico di progettare la parte attiva della diffusione, e la scelta è caduta subito sul KR402 di K-array; un sistema che risponde a tutte le caratteristiche desiderate e che da solo riesce a coprire il 70% delle necessità, aiutato solo per la parte finale della sala da un delay di un altro costruttore. Il lavoro è stato completato in circa due mesi, mentre un paio di giorni sono stati necessari per l’installazione e la calibrazione dell’impianto.

INFO: Exhibo