IMG_3626 copia

Milano, sede Federlegnoarredo – La conferenza “collaborare è meglio che curare “, indetta dall’Associazione Nazionale Service, è stata presieduta da: il consigliere ASAL incaricato Luca Perreca (CSC Allestimenti), il presidente ASAL Paolo Plotini (Plotini Allestimenti) il coordinatore ANS Marco Salviati (Euphon Communication) e il dottor Marco Morone (ASL Milano).

Notevole il contributo del dottor Morone che, forte del lavoro realizzato da ASL Milano dal 2013, ha esposto con chiarezza le necessità e gli obblighi di legge in merito alle nuove normative per lo spettacolo, compreso il Titolo IV (Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81) denominato “Decreto Palchi“.

Nel 2013 ASL ha effettuato numerose verifiche tra le aziende del comparto Moda, per comprenderne le deficenze nella sicurezza. Il “laboratorio” di ASL è partito a settembre 2013, tramite la creazione di un team ASL per la vigilanza specifica (denominato esperienza spettacoli). Nel 2013 sono state controllate 30 imprese per un totale di 41 violazioni per raggiungere le 76 imprese controllate nel 2014 per un totale di 142 violazioni, distribuite in: non conformità organizzative, cadute, impianti, attrezzature, sorveglianza sanitaria e formative. In questo laboratorio ASL Milano si è fatta promotrice di una ampia apertura per risolvere i problemi delle imprese coinvolte, con un ufficio a disposizione di tutti gli interessati.Maggiori informazioni si trovano nei documenti relativi all’attività di vigilanza manifestazioni temporanee.

IMG_3625 copia
da sx: il dottor Marco Morone (ASL Milano), il consigliere ASAL incaricato Luca Perreca (CSC Allestimenti), il presidente ASAL Paolo Plotini (Plotini Allestimenti) e il coordinatore ANS Marco Salviati (Euphon Communication).

Notevole spazio è stato dedicato alle specifiche del DUVRI (Documento Unico per la Valutazione dei Rischi da Interferenze), definendone modi e metodi, ma anche esplicitandone l’importanza per risolvere (in caso di infortunio) più velocemente e dettagliatamente i possibili problemi legali.

Durante la conferenza sono emerse perplessità sul mancato adeguamento delle ASL su scala nazionale, che spesso non hanno chiarezza in merito alle disposizioni di sicurezza per l’ambito dello spettacolo e, in base ai resoconti dei soci,  hanno già bloccato lavori anche quando la normativa era pienamente rispettata.

L’attuale collaborazione tra ASL e ANS è risultata particolarmente efficace e il comune lombardo è tra i più organizzati in tema di sicurezza, soprattutto in vista dell’apertura dell’EXPO 2015.

INFO: ANS