Mythos_banner1

Londra – Il Mythos Clay Paky ha vinto l’Innovation Award al Plasa di Londra; il CCO di Clay Paky, Pio Nahum, ha ricevuto il premio da Ed Pagett, responsabile della fiera londinese.

Ogni anno, PLASA assegna un riconoscimento ai prodotti che dimostrano un progresso acquisito, come un nuovo “concept”, un miglioramento pratico, una nuova tecnica, materiale o tecnologia o un miglioramento della sicurezza sul lavoro. Tutti questi attributi sono stati attentamente vagliati e considerati da un panel di giudici esperti composto da Tim Atkinson, Scott Burges, Jonathan Burton, Richard Cadena, Jenni Harris, Tapio Ilomäki, Steve Moles, Nick Read, Ben Rogers e Ed Manwaring.

Premiando Mythos, i giudici hanno dichiarato: “Il Mythos è una luce motorizzata ibrida, perché funziona come proiettore spot hard edge, come beam light e come washlight, con un vasto range di effetti e applicazioni. Mythos ha colori eccellenti, luminosità pronunciata, ottica innovativa e un corpo compatto. E’ un prodotto molto efficiente e con un sistema di raffreddamento silenzioso, innovativo e brevettato. Nella migliore tradizione di Clay Paky, Mythos è un real winner. Paky ne sarebbe stato orgoglioso”

MYTHOS incorpora una lampada da 470 watt, con un’escursione zoom da 4° a 50° e un fascio di luce che risulta perfettamente nitido e definito fin dai primi millimetri dopo la lente e lungo tutta la sua profondità. Ma MYTHOS è anche capace di emettere luce con un angolo stretto di soli 0,5° per produrre un fascio ultraconcentrato di 170 millimetri di diametro, che rimane parallelo per la totalità della lunghezza di proiezione.

Sulla vittoria del premio, Nahum commenta: “La mission di Clay Paky è da sempre ispirare i designer di tutto il mondo. Il nostro obiettivo è consentire loro di realizzare i loro progetti di illuminazione suggestivi ed emozionanti con le nostre tecnologie che guardano al futuro. Siamo quindi immensamente orgogliosi che questo prestigioso premio sia stato assegnato ad uno dei nostri più recenti prodotti, che ha debuttato al Plasa in prima mondiale.”

INFO: Clay Paky