instamicUn registratore audio che integra un microfono miniaturizzato in un guscio piccolo come un porta pillole. Si chiama Instamic e l’inventore e fondatore dell’azienda, l’italiano Michele Baggio, lo realizza a San Francisco con un team creativo di sette persone. Due le versioni: Instamic Pro e Instamic Go sono disponibili in nero (pro) e bianco. La versione Pro registra in stereo e dual mono, l’altra in mono.
Si applica ovunque: uno strumento, una telecamera, un podio, al collo di un attore etc., grazie a un collare o un supporto apposito fornito in 3 opzioni, con calamita, con adesivo e con velcro.
La registrazione Wav (Lineare PCM) è a 48 kHz, 24 bit. Il microfono ha un digramma polare omnidirezionale e risposta in frequenza da 50 a 18.000 Hz.
Il Go, che costa 99 $ in offerta, è a prova di spruzzi e gocce d’acqua.
Il Pro è waterproof e può lavorare immerso in acqua fino a un metro e mezzo. Costa, in offerta, 129$. Prima di tutto va caricato per due ore via USB. Una pressione sul logo frontale – di un secondo – lo accende e una seconda fa partire in registrazione. La registrazione può partire anche dall’app per smartphone.
Può operare stand alone (usando la memoria interna) o con una app dedicata sincronizzato via Bluetooth 4.0. Riesce a memorizzare fino a 4 ore di audio non compresso. Il crowdfounding su indiegogo è già al 210%, il prodotto finito sarà in arrivo sul mercato nei primi mesi 2016.

INFO: Instamic