4

In India è una delle feste più attese dell’anno. L’Holi Festival, famoso in tutto il mondo, è tra le più antiche celebrazioni indù della stagione primaverile e coinvolge migliaia di persone, ricoperte di polvere colorata. Negli ultimi anni questo tipo di manifestazione ha preso piede in chiave “occidentalizzata” per maratone, festival e serate in club e discoteche. Se la sera bastano il fumo e le luci colorate per creare una ambientazione cromatica, sotto il sole viene in aiuto la… farina!

Ingredienti:

  • 1 parte di Amido di Mais (detto anche Maizena), si trova in tutti i supermercati
  • 1/3 parti di Acqua 
  • q.b. di Coloranti Alimentari

Scodella, un paio di guanti, forno e frullatore.

Scegli il colore

Puoi scegliere tra i tanti coloranti alimentari disponibili. Si trovano facilmente in commercio oppure, con qualche accorgimento, sono realizzabili con ingredienti naturali. Sono naturalmente commestibili e non dannosi per l’ambiente e le persone. Un po’ di pioggia e spariscono. Per i vestiti è un po’ più complicato, soprattutto sarà meglio lasciare le scarpe costose a casa. Se cerchi un bianco brillante, non usare nessun colorante! Ne esistono di tante varietà, tutte ottime per la nostra polvere colorata, di seguito le più famose:

  • Bianco gesso (E 141)
  • Bianco di titanio (E 171)
  • Blu antoncianina (E142)
  • Blu indaco (E132, indigotina)
  • Giallo pallido del burro e dei formaggi (E160b)
  • Arancio Beta-Carotene (E 160a)
  • Giallo oro (E 103)
  • Marrone HT (E155)
  • Nero Brillante BN (E 151)
  • Rosso cocciniglia (E120, Carminio)
  • Rosso cupo (E 123, Amaranto)
  • Tannino (E 181)
  • Verde S (E142, Verde Brillante BS)

Realizzazione

La polvere colorata è una semplice farina colorata con coloranti alimentari. Per realizzarla autonomamente basta mettere dell’amido di mais in una scodella, renderlo liquido con acqua e aggiungere il colorante alimentare (quantità in base all’intensità del colore che desiderate). Mescolare con le mani, usando i guanti se lo ritieni opportuno. Stendere l’impasto in una sfoglia sottile e lasciare asciugare per almeno 24 ore. La certezza di una buona asciugatura si ha quando la superficie piena di crepe. Per migliorare l’asciugatura si può infornare la polvere per una mezz’ora a 180°C con lo sportello leggermente aperto.   L’ulima operazione sarà rendere l’impasto nuovamente in forma farinosa con un frullatore da cucina, meglio ancora con un macinacaffè. Siamo pronti per la festa.

Naturalmente, se proprio non ti riesce, se ne trovano in commercio di già pronte.